Nodo di cravatta Semplice o four-in-hand

Esistono tanti tipi diversi di cravatte, ma la maggio parte degli uomini si servono soltanto di tre nodi di base. Il più semplice e quello più importante è il cosidetto nodo semplice o four-in-hand. Si abbina a tutte le cravatte, colli e look. Il four-in-hand ha sempre una forma un po‘ lunga, mentre la larghezza della cravatta nella parte media definisce la sua portata.

Istruzioni
Metta la cravatta intorno al collo in modo che la parte più larga si trovi sulla destra. Deve stare più in basso rispetto al lato stretto. Ora prenda la parte larga con la mano destra e lo metta sulla sinistra sopra il lato stretto che tiene con la mano sinistra. Ora avvolga la parte larga intorno alla parte stretta, in modo che torni sulla sinistra. La forma del nodo della cravatta è quasi precepibile.

Ora prenda la parte larga sotto il mezzo nodo che alza leggermente. . Prenda la parte larga e la inserisca con la mano sinistra sopra il mezzo nodo o tiri verso avanti la parte larga.

Prenda ora la parte larga con la mano destra tra la parte esteriore e e lo strato sottostante del nodo e tiri questa parte della cravatta. Tenga bene la parte stretta della cravatta e chiuda lentamente il nodo. Non dimenticare: Chiudere i bottoni della camicia.

Importante: Quando il nodo è finito, entrambi i lati dovrebbero avere la stessa lunghezza e toccare la chiusura della cintura. Per un uomo molto alto questo non riuscirà sempre, poiché la cravatta con la sua lunghezza media di 1,45 m è troppo corta per questo. A massimo sarà all’altezza della cintura, la parte larga della cravatta la parte stretta invece sarà posizionata leggermente più in alto della cintura.

Nodo di cravatta Semplice o four-in-hand

Nodi doppi o nodi Prince-Albert

Gli uomini bassi combattono spesso con cravatte troppo lunghe. Non importa come le mettono, le estremità pendono sempre di molto distante oltre la chiusura della cintura. Per loro è di aiuto far fare più giri all’estremità più lunga. Questa varietà di nodo ha ovviamente anche un nome, si chiama Albert. Chi preferisce un nodo particolarmente lungo ma anche lungo, come piace tra l’altro anche agli italiani, deve assolutamente conoscere perfettamente l’Albert. Lo svolgimento del nodo è in gran parte identico al Four-in-hand o al nodo semplice.

Istruzioni
Mettete come al solito la cravatta intorno al collo, in modo che l’estremità più larga si trovi a destra e pendoli più lunga. Prendete adesso l’estremità più larga con la mano destra e ponete a sinistra l’estremità stretta, che tenete con la mano sinistra. Adesso portate l’estremità larga intorno a quella stretta, in mood che questa arrivi a trovarsi a sinistra. Diversamente rispetto al Four-in-hand ripetete questo passo nell’Albert, in questo modo portate l’estremità larga di nuovo verso sinistra intorno all’estremità stretta. Se volete avere un nodo estremamente voluminoso, potete fare questo procedimento anche una terza volta. A questo punto tuttavia dovete lasciare pendere l’estremità larga inizialmente molto più lunga rispetto all’estremità stretta. .

Per concludere il Albert è praticamente identico al nodo semplice. Portate l’estremità larga sotto il mezzo nodo che sollevate leggermente. Portate l’estremità larga con la mano sinistra da sotto attraverso il mezzo nodo e tirate tutta l’estremità larga verso la parte anteriore. .

A questo punto infilate l’estremità larga con la mano destra tra le posizioni esterne e situate al di sotto del nodo e tiratela. Potrebbe capitare che per la prima volta non riuscite ad ottenere niente senza scambiare le posizioni avvolte più volte. In caso di emergenza incominciate di nuovo dall’inizio. Come passo finale tenete fissa l’estremità stretta della cravatta e tirate lentamente il nodo.

Nodi doppi o nodi Prince-Albert

Nodo Kent

Il nodo Kent ha bisogno soltanto di pochi nodi. Il nodo quindi è molto piccolo per cui questo nodo Kent spesso viene chiamato anche “piccolo nodo” . È particolarmente adatto a uomini alti perché ha 1 o 2 nodi in meno rispetto al nodo normale e quindi la cravatta guadagna una lunghezza di 6 cm. Nonostante i pochi nodi questa cravatta non è semplice da annodare. Bisogna avere un po‘ di finezza giusta perché il nodo riesca per bene.

Istruzioni

  1. La cravatta viene come nel caso del four-in-hand messo intorno al collo con la parte larga e più lunga sulla sinistra. Poi la parte larga della cravatta viene girato di 180 gradi in modo che si veda la cucitura. Questo è necessario perché così il tessuto ottiene un po‘ più di forza dopo il prossimo nodo.
  2. Poi viene messo la parte stretta sotto la parte larga e indietro sopra la parte stretta della cravatta.
  3. Faccia un nodo verso l’interno con la parte larga della cravatta.
  4. Poi inserisca la parte lrga attraverso il passante che si è creato facendo questo nodo. Finito!


Il nodo Kent è stretto e asimmetrico. Si abbina molto bene con piccoli colli con una piccola scollatura del collo. Può usare il nodo Kent anche quando usa un tessuto molto voluminoso e pesante per la cravatta, e certamente quando la maggior parte delle cravatte sono troppo corte per lei.

Nodo Kent
Nodo semplice Windsor

Istruzioni
Il tipo di nodo Windsor semplice o anche piccolo è molto simile al tipo di nodo Windsor doppio, soltanto non vi è il secondo arrotolamento dall’interno attraverso il passante. Si può riconoscere dalla sua forma a pancia e a birillo ed è particolarmente indicato per le camicie che hanno angoli del collo che si trovano in posizione molto vicina l’un l’altro e anche per colli button-down. Per quanto riguarda il volume il nodo Windsor semplice si trova tra il nodo semplice e il nodo Windsor doppio. E perché il vostro nodo di cravatta abbia sempre un’apparenza davvero perfetta, arriva anche il tocco finale.

Nodo semplice Windsor

Il nodo doppio Windsor

Istruzioni
Nel caso del Windsor si tratta di un nodo doppio. Per questo motivo utilizzate per una buona parte l’estremità larga e dovete lasciarla pendere abbastanza all’inizio molto distante sul lato destro.

Portate l’estremità larga con la mano destra verso sinistra oltre l’estremità stretta, che avete preso con la mano sinistra. Portate adesso l’estremità larga da sinistra a destra sotto l’estremità stretta. Tirate questa oltre al nodo in direzione del corpo verso il basso attraverso il passante. L’estremità larga in seguito deve pendere con il lato inferiore verso sopra verso destra e in basso.

Prendete l’estremità larga e portatela verso sinistra intorno al mezzo nodo. Portate adesso con la mano sinistra l’estremità larga verso il lato posteriore del nodo da sotto, attraverso il tirante annodato intorno al collo. Infine tirate l’estremità larga verso l’avanti attraverso il nodo preparato a metà e lasciatela pendere.

Inserite la punta dell’estremità larga sotto la parte esterna del nodo. Tiratelo quindi fino in fondo e sistemate il nodo con attenzione, mentre lo fissate con cura e tirate l’estremità stretta.

Anche nel caso del Windsor l’estremità larga dovrebbe terminare con la punta all’incirca all’altezza della chiusura della cintura. L’estremità stretta dovrebbe essere più stretta oppure della stessa lunghezza. Nel caso di uomini più bassi non sempre questo riesce in modo perfetto. Affinché l’estremità larga finisca all’altezza corretta, l’estremità stretta troppo lunga può essere inserita sotto la cintura dei pantaloni.

Nel caso di uomini molto alti il Windsor non è particolarmente adatto, in quanto come nodo doppio richiede così tanta lunghezza della cravatta che la cravatta diventa semplicemente troppo corta.

Il nodo doppio Windsor


I più venduti

Inhalt